CORSICA/ I 15 PUNTI DI "UNITÀ"

1. Stabilire relazioni nuove con lo Stato francese, sulla base dell’uguaglianza e del riconoscimento del popolo còrso.

2. Esercitare i poteri legislativo, esecutivo, giudiziario.

3. Concepire e organizzare un proprio modello di amministrazione, determinare l’uso e l’ordinamento del proprio territorio ed esercitare il controllo sulle acque territoriali.

4. Avere il controllo della propria fiscalità e delle risorse finanziarie, in particolare nell’ambito di rapporti nuovi con l’Europa.

5. Definire la politica economica, sociale e culturale nonché l’ambito di attività degli agenti economici e finanziari stabiliti sul proprio territorio.

6. Assicurare il controllo dei trasporti, quello della produzione e della distribuzione dell’energia.

7. Assicurare la protezione e la restaurazione del proprio patrimonio e del proprio ambiente nell’ambito di un progetto di sviluppo sostenibile e durevole.

8. Rendere la lingua còrsa ufficiale nell’isola, nella prospettiva di un plurilinguismo necessario.

9. Favorire un’economia identitaria diversificata e geograficamente equilibrata, fondata sullo sviluppo del settore produttivo e sulla cura della giustizia sociale.

10. Determinare il proprio sistema educativo, garante della propria storia e della propria cultura, aperto sul mondo, sviluppando una politica di ricerca scientifica e tecnologica rispondente ai propri bisogni.

11. Dotarsi di nuovi modelli di comunicazione per affermare la propria identità culturale e garantire la pluralità dell’informazione.

12. Attuare una politica di corsizzazione degli impieghi, favorendo il ritorno dei còrsi dispersi nel mondo e definire la politica di immigrazione in funzione dei propri interessi economici e culturali, nel rispetto dei Diritti dell’Uomo.

13. Gestire la politica di cooperazione e delle relazioni internazionali, contribuendo in particolare a fare del Mediterraneo uno spazio di pace e di libertà.

14. Ottenere l’amnistia di tutti i patrioti còrsi incarcerati, ricercati e perseguiti.

15. Integrare un cammino per tappe che includa l’esercizio del diritto all’autodeterminazione, affinché la Corsica acceda ad una reale sovranità nazionale.

back-34.gif (1142 byte)