testataridotta.gif (11108 byte)
INFORMAZIONE, DEMOCRAZIA, SOLIDARISMO, LIBERAZIONE


Unione Europea: uno scenario di crepe

La crisi in Grecia che peggiora senza prospettiva di soluzione (la capitolazione di Tsipras e di Syriza alla UE data, a luglio, un anno), il voto referendario britannico per la fuoriuscita dall’Unione Europea (UE), il fallito golpe in Turchia sostenuto con discrezione da Washington ed il riorientamento delle relazioni estere di Ankara che si allontana da Bruxelles e si indirizza verso Mosca –fatto senza precedenti per un Paese membro della NATO– ad aprire di fatto una crisi ad oggi di portata enorme: tutto questo dà il senso dello stato di forte criticità nell’area UE/NATO.
In questo scorcio di 2016 ed entro la metà del 2017 sono previste consultazioni elettorali e referendarie, di diverso contenuto, in svariati Paesi membri della UE. Ulteriori crepe alla tenuta di questo mostro politico e giuridico sono attesi.
In Italia, in autunno, si terrà il referendum confermativo o meno, voluto dal governo Renzi, per riscrivere in senso autoritario e decisionista l’impianto costituzionale e allinearlo ulteriormente all’indirizzo iper liberista euroatlantico. Un “NO” è indispensabile, anche nella consapevolezza che nel variegato fronte del rifiuto vi sono forze che non mettono in discussione il liberismo sancito dai Trattati europei, non sono affatto contrarie alla UE, ma per diverse motivazioni di micro potere osteggiano l’attuale governo. Un “NO”, quindi, certo indispensabile ma non sufficiente.
Nel sostenere il “NO”, è necessario far emergere l’alterità di fondo tra la Costituzione repubblicana del ’48, da ripristinare, ed i Trattati europei, la UE, con il loro portato depressivo delle economie nazionali e di annichilimento dei diritti sociali in pressoché tutti gli Stati membri. Utilizzare questo referendum, insomma, per determinare prese di coscienza e aggregazione sulle questioni di fondo della sovranità, dell’indipendenza, di un ben diverso modello di società, care a “Indipendenza”. Il tempo non gioca a favore degli unionisti euroatlantici. Di qui il tentativo di imbellettare la UE con il rilancio, in sé infondato a conoscere le cose, della Grande Narrazione del mito di Altiero Spinelli e del Manifesto di Ventotene. Le problematiche del presente vengono così imputate non già al funzionamento e all’essenza della UE, ma al fatto che ce ne sia troppo poca (sic). L’incontro di agosto a Ventotene del trio Merkel-Hollande-Renzi s’inscrive nel tentativo di varare ulteriori riforme federaliste che consolidino l’unione monetaria in un’unione politica. Si tratta del combinato di tre rapporti (quello Bresso-Brok sul “miglioramento” del funzionamento della UE poggiando sul trattato di Lisbona, quello di Guy Verhofstadt su una evoluzione delle attuali istituzioni oltre i Trattati esistenti, e quello Böge-Beres sulla creazione di una capacità di bilancio autonoma per l’eurozona), già presentati come la più avanzata proposta di trasformazione delle istituzioni europee in senso federale dopo l’iniziativa di Altiero Spinelli durante la prima legislatura europea. Seguiranno incontri, già a Bratislava a settembre, e già si dice di voler ufficializzare il tutto sabato 25 marzo, nel sessantennale dei Trattati del 1957 e, sempre a Roma, con una grande manifestazione di piazza.
Sarà importante dare anche quel giorno la risposta che meritano. Oltre che nei territori, nelle piazze e nelle urne.

Indipendenza
7 settembre 2016


“Se io muoio non piangere per me, fai quello che facevo io e continuerò vivendo in te” (Ernesto Che Guevara)
In ricordo di Vittorio "Vik" Arrigoni

http://www.youtube.com/watch?v=9Im84u_iB2E&feature=related

 
             
 


Italia/ Referendum costituzionale: il valore del NO.
 

Cuba/ In memoria di Fidel Castro.
 

 

Il Sommario del n. 41
Novembre-dicembre 2016) (nuova serie)

(Archivio sommari estesi
)

Editoriale/ Lo schiaffo e la speranza. Ricominciamo dal NO!".

Italia/ Referendum costituzionale: il valore del NO. 

Municipalismo: potenzialità e contraddizioni nella costruzione dell'alternativa.

Resoconto della III^ assemblea nazionale dell’associazione “Indipendenza”.

Regimi alimentari e scelte di consumo: aspetti per la sovranità alimentare.

Sanzioni europee all'Italia. Procedure, violazioni, arbitrarietà.

La dipendenza dell’Italia dal dopoguerra ad oggi (8a parte).

Le avventure del mercatismo.

È possibile una politica nell'era “postmoderna”?

Pensare la negazione. Per altri futuri possibili.

USA/ Trump: la “scheggia impazzita” delle oligarchie.

Cuba/ In memoria di Fidel Castro.

Gennaio - Dicembre 2016. Iniziative di “Indipendenza”.

Associazione “Indipendenza”.

 

Boicotta Israele!


Palestina: terrorista chi?


Gli editoriali di Indipendenza

punto

Brits: time to go! Indipendenza n° 60, Maggio/ Giugno '94

punto

Le ambiguitą da governo tecnico e le compatibilitą della sinistra Indipendenza n° 63/64, Marzo/ Giugno '95

punto

...che l'estate sia torrida o l'inverno piovoso... Indipendenza n° 63/64, Marzo/ Giugno '95

punto

Calderone liberista, sinistra invisibile Indipendenza n° 65, Settembre/ Dicembre '95

punto

12 anni di Indipendenza. Le ragioni di una rivista Indipendenza n° 1 (Nuova Serie), Maggio/ Giugno 1997

punto

Per chi suona il campanile Indipendenza n° 2 (Nuova Serie), Luglio/Agosto 1997

punto

Quale nazione nel terzo millennio Indipendenza n° 3 (Nuova Serie), Novembre '97/ Febbraio '98

punto

A proposito di Euro e di interesse nazionale Indipendenza n° 4 (Nuova Serie), Aprile/ Luglio '98

punto

Perchč diciamo "Benvenuto, Abdullah Ocalan Indipendenza n° 5 (Nuova Serie)

punto

Sinistre di guerra e questione nazionale italiana Indipendenza n° 6 (Nuova Serie)

punto Quale "guerra umanitaria" nel XXI secolo? Indipendenza n° 7 (Nuova Serie)
punto

Considerazioni da una crisi annunciata Indipendenza n° 8, Marzo/ Giugno 2000 (Nuova Serie)

punto Un auspicio necessario Indipendenza n° 9, Gennaio/ Febbraio 2001 (Nuova Serie)
punto Antiberlusconismo mistico o radicalità anticapitalista ed antimperialista? Indipendenza n° 10, Aprile/ Luglio 2001 (Nuova Serie)
punto

Vincoli di sudditanza, ragioni per l'indipendenza Indipendenza n° 11, Gennaio/ Febbraio 2002 (Nuova serie)

punto Diktat 'europei', conflittualità sociale, ipocrisia 'patriottica' Indipendenza n° 12, Giugno - Luglio 2002 (Nuova serie)
punto Buenos Aires chiama Roma Indipendenza n° 13, Novembre-Dicembre 2002 (Nuova serie)
punto Dal “circolo virtuoso” al “deficit virtuoso” Economia colonizzata, impasse di governo e putrescenza sociale
Indipendenza n° 14, Giugno-Luglio 2003 (Nuova serie)
punto Sui fatti di Nassiriya Indipendenza n° 15, Novembre - Dicembre 2003 (Nuova serie)
punto Euro ed Unione Europea. Le ragioni di un rifiuto Indipendenza n° 15, Novembre - Dicembre 2003 (Nuova serie)
punto Da Bruxelles a Roma: retrospettiva di due crisi. Indipendenza n° 16, Aprile - Luglio 2004 (Nuova serie)
punto Declino Azienda Italia tra incudine europea e martello USA. Indipendenza n° 17, Gennaio - Febbraio 2005 (Nuova serie)
punto Una iattura chiamata Europa. Indipendenza n° 18, Luglio / Agosto 2005 (Nuova serie)
punto Le prospettive di un voto. Indipendenza n. 19-20, Febbraio/ Maggio 2006 (Nuova serie)
punto Finanziaria sinistra . Indipendenza n. 21 Novembre/ Dicembre 2006 (Nuova serie)
punto Disincanto e riorientamento. Indipendenza n. 22 Luglio/ Agosto 2007 (Nuova serie)
punto

"Partito Democratico", "Cosa rossa" e riforma elettorale.. Indipendenza n. 23 Novembre/ Dicembre 2007 (Nuova serie)

punto "Dentro la crisi delle sinistre" .. Indipendenza n. 24 Luglio / Agosto 2008 (nuova serie)
punto "Crisi finanziaria, stati e dominanza imperiale". Indipendenza n. 25 novembre/ dicembre 2008 (nuova serie)
punto "L'indipendentismo. Per un'alternativa di società". Indipendenza n. 26 2009 (nuova serie)
punto "Ascarismo italiota e patriottismo di liberazione". Indipendenza n. 27 2009 (nuova serie)
punto "25 aprile 1945 - 25 aprile 2010: il filo interrotto di una liberazione". Indipendenza n. 28 2010 (nuova serie)
punto "Rivolte sociali e indipendenza/ Sovranità nazionale" Indipendenza n. 29 2010 (nuova serie)
punto "Speculazione finanziaria, debito estero, sudditanza atlantica: bancarotta o scire dall'euro e dall'europa?". Indipendenza n. 30 2011 (nuova serie)
punto "Fuori dalla gabbia dell'Euro e dell'Unione Europea. Per la sovranità e la liberazione". Indipendenza n. 31 2011 (nuova serie)
punto "Per la sovranità non qualunque". Indipendenza n. 32 settembre/ ottobre 2012 (nuova serie)
punto "Verso quale sovranità?". Indipendenza n. 33 novembre/ dicembre 2012 (nuova serie)
punto "Verso quale Italia sovrana e indipendente" Indipendenza n. 34 agosto/ settembre 2013 (nuova serie)
punto "Forconi, Unione Europea, sinistre e lotta di liberazione nazionale" Indipendenza n. 35 novembre/ dicembre 2013 (nuova serie)
punto "Prepararsi a nuovi scenari" Indipendenza n. 37 novembre/ dicembre 2014 (nuova serie)
punto "Lezione dalla Grecia: un'altra Europa è impossibile. Dall'attuale è necessario liberarsi" Indipendenza n. 38 luglio/ agosto 2015 (nuova serie)

Vi invitiamo a sostenere la rivista cartacea. E' luogo di approfondimento e necessario strumento di comunicazione 'materiale': raggiunge chi non naviga in internet, consente di allacciare rapporti nel mondo 'reale', porta la voce di “Indipendenza” in iniziative, manifestazioni, eccetera.

Abbonamento annuo (6 numeri, quale che sia la loro cadenza d’uscita): 25 euro (L. 48.407); sostenitore ed estero: 50 euro (L. 96.814); "benemerito": senza limiti!
Il prezzo di copertina di ogni singolo numero è di 5,00 €.

Inviare contributi e/o sottoscrivere abbonamenti a Indipendenza è abbastanza semplice. I versamenti vanno effettuati sul
Conto BancoPosta n° 78860004 (Paese IT, Check Digit 33, CIN N, ABI 07601, CAB 03200), intestato a Indipendenza.
[ Codice IBAN : IT33 N076 0103 2000 0007 8860 004 ]
oppure sul c/c n.78860004 intestato a: Indipendenza – casella postale 15305 – 00143 Roma-Laurentino.
Per versamenti da conti correnti postali (giroposta):
INTESTATARIO: Indipendenza periodico bimestrale
NUMERO CONTO: 000078860004

Ti invitiamo a notificare il tuo abbonamento a:info@rivistaindipendenza.org


In applicazione della legge n. 62 del 07.03.2001, si indica quanto segue: il presente sito viene aggiornato ad intervalli irregolari
Provider: Technorail s.r.l. aut.conc.n°473 Min. Comunicazioni
Piazza Garibaldi,8 52010 Soci Bibbiena AREZZO
Tel.: +39.0575.560194 - Fax: +39.0575.562849 E-mail: staff@aruba.it